sAu Academy

sAu Academy

sAu propone un ambiente di formazione generativa, che pone al centro la creatività, l’intelligenza critica, la sperimentazione dei soggetti, individuali e collettivi.

Una Comunità della Conoscenza costituita da tutti coloro che hanno deciso di dare alla loro vita il significato di un’incessante Ricerca. Dove le tecnologie sono al servizio della Conoscenza e dei Saperi; e non viceversa.

Le attività di formazione della Academy

[WORKSHOP ONLINE]

L’innovazione in agricoltura: comunicazione, formazione, consulenza

EVENTO GRATUITO | Rilascio di CFP per Dottori Agronomi e Dottori Forestali

gg/mm/aaaa | ore: xx:xx – xx:xx

L’evento in breve

Workshop sul ruolo della comunicazione, della formazione e della consulenza per l’innovazione in agricoltura.

Organizzazione

Il workshop sarà organizzato dal Center for Generative Communication (CfGC) in collaborazione con il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA).

Obiettivo

Definire proposte per rafforzare, nel contesto delle iniziative europee e nazionali di sostegno all’innovazione in agricoltura, il sistema della consulenza e della formazione e a definire il ruolo della comunicazione in questo contesto.

Approfondisci i temi del workshop

INNOVAZIONE DI SISTEMA

Negotium faber fortunae suae: il cortocircuito del comparto vivaistico italiano

di Ilaria Marchionne

Vai all’Officina di scientia

IMPRENDITORIA PARTECIPANTE

Comunicare l’innovazione con gli imprenditori agricoli: cosa manca alla scientia per diventare un buon usus? Intervista a Anna Vagnozzi

di Marco Sbardella

Vai all’Officina di scientia

L’Agroambiente in Toscana: Politiche regionali e prospettive future

Il Center for Generative Communication ha ricevuto dalla Regione Toscana l’incarico di curare una pubblicazione che presenti i risultati emersi durante l’evento annuale Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020. L’Agroambiente in Toscana: Politiche regionali e prospettive future, tenutosi il 28 novembre 2018 presso il Centro Fiere del Madonnino di Braccagni (GR) e organizzato dalla Regione stessa.

Il paesaggio nascosto del biologico

«[…] Si tratta di quelle zone che, oltre ad avere un’importanza strategica per determinati modelli agricoli (ad esempio per l’agricoltura biologica) o produttivi, esprimono maggiore biodiversità – presentano elementi provenienti da tutte le patch con le quali confinano – e, di conseguenza, vivacità e creatività» 

Il paesaggio nascosto. Quale comunicazione nei luoghi della complessità

Eugenio Pandolfini

Vuoi partecipare alle nostre iniziative?

Scrivi a viola.davini@scientiatqueusus.org